Come massimizzare il vantaggio fiscale per l'anno 2021 | Fondoposte

I vantaggi

Come massimizzare il vantaggio fiscale per l'anno 2021

L’anno sta terminare ma non è mai troppo tardi per capire come massimizzare i benefici fiscali a disposizione degli iscritti a Fondoposte.

Come funziona la deducibilità?

I contributi versati a Fondoposte rientrano tra i contributi deducibili dal reddito entro il limite annuo di 5.164,57€ consentendoti di ridurre il reddito imponibile ai fini IRPEF e quindi beneficiare del vantaggio fiscale. 
 

Cosa posso fare concretamente?

In aggiunta ai versamenti effettuati per il tramite dell’Azienda (contributi a carico dell’aderente e quelli a carico del Datore di lavoro), è possibile massimizzare il vantaggio fiscale mediante un versamento volontario aggiuntivo da effettuare mediante bonifico bancario.

Esempio

Facciamo un esempio su base annua di un iscritto al Fondo con una retribuzione annua lorda di 25.000 euro e che versa un contributo a suo carico dell’1%  :

  • Ctb a carico dell’aderente (1%) = ~250€
  • Ctb a carico dell’Azienda (2,3%) = ~580€

Totale versamenti annui effettuati per il tramite dell’Azienda= ~830€

Se vuoi godere a pieno del vantaggio fiscale, ti consigliamo di versare un importo che ti permetta di raggiungere, ma non superare, il suddetto limite di deducibilità.

Considerando il limite annuo di deducibilità fiscale:

5.164,57€ – 830€ = 4.334,57€ → importo massimo da versare a titolo di contribuzione volontaria per sfruttare al meglio la deducibilità fiscale per l’anno in corso sulla base delle ipotesi prese alla base dell’esempio

Per scaricare il modulo “Contribuzione volontaria” e per avere altre informazioni di dettaglio, ti invitiamo a consultare la sezione dedicata https://www.fondoposte.it/modulistica/modulo-9

Attenzione: per agevolare la corretta registrazione entro l’anno, ti invitiamo ad effettuare il bonifico entro e non oltre il 20 dicembre 2021.

 

E se supero il limite?

E’ possibile anche versare un importo superiore al limite annuale di deducibilità.

Attenzione: i contributi eccedenti il suddetto limite e che non vengono portati in deduzione, devono essere comunicati al Fondo per evitare un’ulteriore tassazione al momento dell’erogazione della prestazione pensionistica.

Per ulteriori informazioni in merito, consulta la sezione dedicata alla comunicazione dei contributi non dedotti (https://www.fondoposte.it/modulistica/modulo-14)