Versamento del Premio di risultato 2020 a Fondoposte | Fondoposte

La contribuzione

Versamento del Premio di risultato 2020 a Fondoposte

Anche quest'anno le Società del Gruppo Poste Italiane hanno individuato Poste Welfare Servizi quale società incaricata dell'acquisizione di beni e servizi da mettere a disposizione dei propri dipendenti interessati alla conversione in welfare del Premio di Risultato 2020.

Dove e quando posso avere evidenza dell'avvenuto versamento?

I contributi vengono versati al Fondo da Poste Italiane con cadenza trimestrale, pertanto, se hai effettuato la scelta di destinazione del Premio nel terzo trimestre (quindi tra luglio e settembre), questo verrà attribuito alla tua posizione con il valore quota del mese di ottobre. A partire dalla fine del mese di ottobre sarà possibile consultare il dettaglio contributivo accedendo all’area riservata del sito internet, precisamente nella colonna denominata "Welfare" della sezione "Dettaglio contributi", e visualizzare tale versamento. 

Quali sono i vantaggi fiscali del versamento del Premio a previdenza complementare?

Come previsto dalla normativa vigente, il Premio di Risultato versato a Fondoposte, fino ad un importo massimo annuale di 3.000 euro, non concorre a formare reddito da lavoro dipendente e non è assoggettato a tassazione, pertanto, così come il TFR, non va considerato per il calcolo del limite annuale di deducibilità fiscale.

Un ulteriore vantaggio fiscale è rappresentato dal fatto che i contributi versati in sostituzione del Premio non saranno tassati dal Fondo neanche al momento della richiesta di una qualsiasi prestazione (anticipazione o riscatto).

Al riguardo, precisiamo però che destinando almeno il 12,5%/25% del Premio a servizi welfare, a seguito dell’Accordo stipulato tra Poste Italiane e le Organizzazioni Sindacali, l’interessato avrà diritto rispettivamente al 5%/10% della quota di Premio di Risultato a titolo di credito aggiuntivo. Tale importo, se destinato al Fondo, viene considerato come un versamento a carico dell’Azienda, pertanto, va ad alimentare la quota annuale deducibile, fermo restando il limite di deducibilità fiscale di 5.164,57 euro annui.

È necessario comunicare il versamento al Fondo?

Sulla base di quanto previsto dalla Circolare Ade 55/E del 25 settembre 2020, è superata la produzione e l’invio del modulo che attesti il versamento del premio di risultato a Fondoposte. La circolare infatti prevede che “Considerato che il versamento è effettuato direttamente dal Datore di Lavoro al Fondo di previdenza complementare, nonché riportato nella Certificazione Unica rilasciata al dipendente, quest’ultimo non è tenuto ad alcuna comunicazione alla forma di previdenza complementare in relazione al credito welfare destinato a tale finalità”.

Ho problemi con la piattaforma dedicata alla conversione del Premio; a chi posso rivolgermi?

Precisiamo che Fondoposte non gestisce la piattaforma dedicata alla conversione del premio welfare, pertanto, per ogni ulteriore chiarimento in merito al funzionamento della richiamata piattaforma, ti invitiamo a rivolgerti alla tua Azienda di appartenenza.