Scarica da qui i moduli per contribuzione, anticipazione, riscatti, trasferimenti ...

Comunicato su emergenza Coronavirus

home | News |
19/03/2020 Nota del C.d.A. di Fondoposte sulle misure per fronteggiare l'emergenza determinata dal virus COVID-19 e sull'impatto sulla gestione finanziaria del fondo

In un momento di estrema difficoltà come quello che stiamo vivendo, il Consiglio di Amministrazione di Fondoposte desidera, innanzitutto, esprimere la sua vicinanza e solidarietà a tutti i lavoratori del Gruppo Poste Italiane.

In relazione alla rapida diffusione del virus “COVID-19”, Fondoposte ha istituito un Comitato di Crisi per monitorare costantemente gli sviluppi relativi all’eccezionale situazione di emergenza adottando appropriate misure tese ad assicurare la continuità operativa e tutelando la salute dei lavoratori del Fondo.

In particolare, è stata approvata la chiusura al pubblico degli uffici di Fondoposte e la contestuale attivazione delle modalità di lavoro agile semplificato per tutte le lavorazioni gestibili da remoto, prevedendo un presidio fisico ridotto presso la sede per quelle non gestibili a distanza, con l’obiettivo di assicurare la continuità operativa nella gestione di tutte le richieste degli aderenti ed invitando questi ultimi ad utilizzare maggiormente l’e-mail per la trasmissione della modulistica, con l’auspicio che tali iniziative riducano al minimo il rischio di ritardi nella tempistica di esecuzione delle operazioni legate anche all’intenso utilizzo cui sono sottoposti i server dati, mentre i canali di contatto telefonico sono rimasti operativi.

Per quanto riguarda la gestione finanziaria, il rapido diffondersi dell’epidemia e l’incertezza dei suoi effetti sulla tenuta della crescita economica a livello mondiale sta generando elevata volatilità sui mercati finanziari con cali spesso consistenti per tutte le classi di investimento.

La straordinarietà della situazione rende difficile fare previsioni sebbene tutti i governi e le banche centrali internazionali hanno avviato iniziative eccezionali e di importo mai visto nel passato a sostegno della ripresa economica una volta che l’emergenza epidemiologica sarà terminata. 

L’impatto sugli investimenti del Fondo, che non possono non risentire del complessivo andamento dei mercati finanziari, potrebbe comportare in questo periodo una valorizzazione della quota significativamente differente da un mese all’altro con una entità che rifletterà, anche, il differente profilo di rischio/rendimento dei due comparti in cui è articolato Fondoposte. 

Giova ricordare infatti che, come indicato anche nella Nota Informativa, il comparto Garantito ha un profilo di rischio più prudente, vista la presenza di una garanzia di restituzione dei contributi versati, con l’obiettivo di ottenere un rendimento comparabile alla rivalutazione del Tfr su un orizzonte temporale medio, tra i 5 e 10 anni circa.

Il comparto Bilanciato, invece, a fronte di obiettivi di rendimento più elevati, presenta un profilo di rischio maggiore, rispondendo alle esigenze di un aderente ancora lontano dal pensionamento.

L’attuale fase di turbolenza sui mercati deve quindi essere necessariamente contestualizzata in un orizzonte temporale di lungo periodo mantenendo il massimo rigore e disciplina nelle valutazioni per evitare che scelte effettuate sulla base delle variazioni negative di breve periodo possano pregiudicare i risultati futuri.  

Fondoposte prevede infatti una politica di investimento caratterizzata da una elevata qualità ed una ampia diversificazione degli investimenti che sono affidati, per il tramite di mandati di gestione, esclusivamente a società di livello internazionale e con quote di patrimoni in gestione rilevanti ed ha già dimostrato nel passato di essere in grado di fronteggiare anche altri periodi di forte turbolenza dei mercati finanziari e di crisi economica, recuperando perdite temporanee del valore della quota anche abbastanza elevate. 

Ricordiamo che la diminuzione del valore della quota si concretizza in una perdita effettiva solo nel momento in cui viene liquidata la propria posizione (a seguito di una richiesta di anticipazione, di riscatto o di cambio di comparto); in tal caso non si potrà beneficiare dell’eventuale recupero di valore degli investimenti che si potrebbe verificare nel corso degli anni ed evitare quindi che la volatilità di breve si traduca in effettive perdite monetarie nell’immediato.

Stiamo vivendo una situazione eccezionale alla quale stiamo cercando di reagire nella maniera più corretta ed efficiente possibile come sempre nell’esclusivo interesse degli aderenti ai quali sono rivolti tutti i nostri pensieri.

 

Roma,18/03/2020

                                                                                    

 

  Il Consiglio di Amministrazione

AREA RISERVATA ISCRITTI