Prestazioni

Rendita o capitale?

Raggiunti i requisiti per il pensionamento nel regime obbligatorio di appartenenza e dopo almeno cinque anni di partecipazione al fondo pensione, l’aderente può chiedere l’erogazione della prestazione finale. 

Partiamo dal presupposto che il fondo pensione nasce con l’obiettivo di integrare, attraverso il pagamento di una rendita, la riduzione dell’assegno pensionistico determinata negli anni dalle esigenze di politica economica.

La scelta tra rendita e capitale non è semplice ed è soggetta ad alcune regole non facili da tradurre in numeri.

Tralasciando per ora la scelta tra le varie tipologie di rendita, soffermiamoci sulle varie possibilità che ha un aderente.

L’iscritto può chiedere di trasformare in rendita una percentuale di quanto maturato al momento della richiesta che va dal 50 al 100%. La parte di montante che non è trasformato in rendita è possibile riceverlo in un’unica soluzione:

 

                           

 

 

 

C’è poi una possibilità che la norma offre di avere tutta la prestazione in capitale. Si tratta della situazione in cui convertendo in rendita il 70% del montante finale si ottiene una rendita annua inferiore al 50% dell’assegno sociale (per il 2021 l’importo annuo è pari a € 5.983,64).

 

 

Questo calcolo è pubblicato dal fondo sul proprio sito ad ogni inizio anno sulla base dell’assegno sociale che l’Inps comunica a fine dell’anno precedente.

La seguente tabella esemplificativa mostra i limiti massimi entro i quali è possibile chiedere la liquidazione del montante 100% in capitale.  

NB: L'età in anni interi dell'iscritto è calcolata alla data di decorrenza della prestazione, considerando come unità la frazione d'anno di età uguale o superiore a 6 mesi compiuti. 

 

Ho raggiunto l’età pensionabile (67 anni), cosa posso fare?

 

Donna - 67 anni - 107.756,87

  • Posizione accumulata < 107.756,87: E’ possibile riscattare tutto in capitale
  • Posizione accumulata > 107.756,87: E’ possibile riscattare in capitale fino al 50% della posizione. La restante parte in rendita (es. 40%-60% , 25%-75%)

 

 

Uomo - 67 anni - 92.844,46

  • Posizione accumulata < 92.844,46: E’ possibile riscattare tutto in capitale
  • Posizione accumulata > 92.844,46: E’ possibile riscattare in capitale fino al 50% della posizione. La restante parte in rendita (es. 40%-60% , 25%-75%)

 

La scelta tra rendita e capitale cambia a seconda delle esigenze dell’aderente.

Ogni anno la rendita viene rivalutata sulla base di un tasso di rivalutazione che è pari alla differenza tra il tasso di rendimento finanziario e il cosiddetto “tasso tecnico” 

La preferenza per il capitale (importo immediato) è logica ma forse non è la soluzione migliore. Va esplorata la possibilità di fare un mix tra le due tipologie di prestazione.

Per maggiori informazioni sulle rendite ti invitiamo a visitare la sezione dedicata: https://www.fondoposte.it/gestione-finanziaria/rendite

 

Potrebbe interessarti anche: